Informazioni per organizzare un viaggio in Ecuador

galapagos-2451090_1280.jpg

Un viaggio in Ecuador è un’esperienza imperdibile per tutti gli amanti della natura, un Paese piccolo ma altrettanto ricco di biodiversità. Foreste, vette andinevulcani attivi e soprattutto le isole Galapagos. La nazione offre un’incredibile varietà geografica. Non solo, l’Ecuador presenta anche una straordinaria diversità culturale, identità forgiata dalle numerose popolazioni indigene. Anche gli amanti degli sport adrenalinici troverebbero pane per i propri denti. Ambienti spettacolari in una combinazione di scenari vulcanici e foreste lussureggianti. Partendo dalla capitale dell’Ecuador, Quito, potrete muovervi verso i paesaggi più spettacolari di questa nazione ma prima di organizzare il vostro viaggio è bene che sappiate le seguenti informazioni:

Documenti necessari per entrare in Ecuador

Per viaggiare in Ecuador è necessario avere con sé solamente il passaporto con validità residua di almeno sei mesi. Il visto d’ingresso non è infatti necessario per fini turistici fino a 90 giorni.

Come arrivare in Ecuador

I voli principali per l’Ecuador arrivano nei seguenti aeroporti internazionali: l’aeroporto internazionale José Joaquín de Olmedo di Guayaquil è il principale scalo del paese insieme all’aeroporto Mariscal Sucre di Quito.

Il fuso orario in Ecuador

In genere sono sei le ore di differenza (in meno) rispetto all’Italia; le ore diventano sette quando in Italia vige l’ora legale.

Le comunicazioni in Ecuador

L’Ecuador dispone in di una buona rete telefonica sia fissa che cellulare che può essere limitata o inesistente nelle aree più remote. Anche per quanto riguarda internet le città ed i centri turistici offrono connessione disponibile in internet cafè e hotel.

La valuta in Ecuador

La moneta in Ecuador è il dollaro USA, introdotto nel 1999 in sostituzione della moneta locale Sucre-ECS.

Vaccinazioni obbligatorie per viaggiare in Ecuador

È richiesto un certificato di vaccinazione contro la febbre gialla ai viaggiatori superiori ad un anno di età provenienti da Paesi dove la febbre gialla è a rischio trasmissione e per coloro che abbiano transitato per più di 12 ore nell’aeroporto di un Paese in cui la febbre gialla è endemica. Si consiglia, previo parere medico, la vaccinazione contro l’epatite A e B e l’antitifica. Per escursioni nella parte orientale del Paese e nella foresta amazzonica è obbligatoria la vaccinazione contro la febbre gialla.

Quando andare in Ecuador

Lungo la costa il clima è tropicale durante tutto l’anno mentre nella Sierra è temperato, con precipitazioni abbondanti da novembre a maggio. Nello specifico, le isole Galapagos e le regioni costiere sono influenzate dalle correnti oceaniche e la stagione calda e più piovosa va da gennaio ad aprile. In Amazzonia, da dicembre a marzo sono i mesi più secchi, da aprile a giugno i più piovosi. Il periodo migliore per viaggiare in Ecuador è in generale da giugno a settembre.

Cosa vedere in Ecuador

Di seguito una lista dei luoghi da non perdere in Ecuador:

– Vulcano Cotopaxi
– Quito
– Parco Nazionale Cajas
– Baños de Agua Santa
– Isole Galapagos
– Cuenca
– Otavalo

CONTATTA MUNDO ESCONDIDO PER UN PREVENTIVO PERSONALIZZATO DI VIAGGIO IN ECUADOR E ALLE ISOLE GALAPAGOS

people-2108901_1280

Annunci