Nuovo anno andino – Festa del Sole a Cusco

Nel vostro viaggio in Peru visiterete senz’altro Cusco, la capitale degli Incas, dove secondo la leggenda il dio Sole (Inti) ordinò al re di piantare una verga d’oro nel terreno e quel punto sarebbe diventato l’ombelico del mondo, ovvero il qosq’o. La città è oggi una delle principali mete in Sud America perché riconosciuta come capitale archeologica inca, ricca sia di patrimonio culturale che naturale, e porta d’ingresso alla mistica Machu Picchu. Fra le attrazioni principali di Cusco c’è il complesso architettonico di Sacsayhuaman, una delle fortezze più importanti del Tahuantinsuyo (l’impero inca) che figura tra le meraviglie del mondo. Proprio in questo luogo il 24 giugno di ogni anno si celebra la Festa del Sole, l’Inti Raymi.

l’Inti Raymi era la festività più importante per gli Incas. Si teneva nella piazza di Huacaypata nel girono del solstizio d’inverno, che segnava l’inizio del nuovo anno solare; era infatti il capodanno andino. Una grande festa che coinvolgeva tutto il l’impero, per 15 giorni, con danze, colori e sacrifici. L’ultima celebrazione in presenza dell’imperatore inca risale al 1535. Nel 1572 fu vietata dal re spagnolo perché considerata contraria al cattolicesimo, ma si continuò a celebrarla clandestinamente. Nel 1944 fu pubblicamente ripristinata grazie a un movimento di rivalutazione della cultura peruviana: alcuni intellettuali e artisti guidati da Humberto Vidal ricrearono la cerimonia. Faustino Espinoza Navarro basandosi sulle cronache dell’inca Garcilaso de la Vega scrisse il copione della rappresentazione in lingua originale, il quechua, con una traduzione in spagnolo per facilitarne la comprensione. Non più cerimonia religiosa dunque ma una rappresentazione teatrale, che tuttavia genera un grande sentimento di appartenenza nel popolo, evoca valori e ricordi che delineano l’identità nazionale.

L’ANTICO INTI RAYMI

La notte della vigilia si spegnevano i fuochi in tutto l’impero e i più illustri personaggi si incontravano nella piazza Huacaypata (oggi Plaza de Armas) per attendere l’apparizione del dio Sole. Quando sorgeva il sole si esprimeva gratitudine e riconoscenza per la sua benevolenza, e per i raccolti dell’anno precedente. Si pregava il Sole perché tornasse a illuminare i figli dell’impero.

Si rinnovava il fuoco sacro utilizzando un braccialetto d’oro per accendere un pezzetto di cotone, esponendolo ai riflessi dei raggi del sole. Il nuovo fuoco veniva portato al tempio Coricancha dove veniva custodito. Per le divinazioni sull’anno venturo veniva sacrificato un lama. Dopo una grande parata militare si rientrava nelle proprie case, dove continuavano i festeggiamenti.

LA FESTA DEL SOLE OGGI

Nei giorni che precedono la festa e in quelli successivi la città è animata con mostre temporanee, concerti di spessore e molto altro. Il 24 l’aria scoppia di colori e la musica si diffonde dappertutto. Sono migliaia le persone che accorrono per presenziare all’evento più importante dell’anno. Più di 500 persone partecipano alla messa in scena della cerimonia con coloratissimi costumi che rappresentano le quattro regioni dell’impero.

La cerimonia inizia nel Tempio di Qorikancha (recinto d’oro) con l’invocazione del dio Sole: l’Inca si alza con le braccia tese all’orizzonte e rende omaggio al dio Inti, sollevando due grandi vasi pieni di chicha (un liquore ancestrale). Il pubblico attende sulla spianata Chukipampa di Sacsayhuaman. Per l’inizio della cerimonia principale vengono intonate particolari arie musicali; i delegati delle quattro regioni si alternano nel trasportare l’Inca su una lettiga; sfilano in colonne anche le ragazze che rappresentano le donne vicine al re, moglie e figlie. A conclusione della cerimonia viene sacrificata un alpaca mentre l’Inca invoca il Sole.

Se un viaggio alla scoperta di queste antiche terre è quello che fa per voi date un’occhiata agli itinerari proposti sul nostro sito, Mundo Escondido Tour Operator, e ricordate che i nostri specialisti di viaggio conosco alla perfezione questa destinazione e collaborano con i migliori corrispondenti locali. Costruite insieme a noi il vostro viaggio su misura e partite alla scoperta di antichi popoli, antichi riti e un nuovo anno luminoso.

Annunci